Yoga nidra per dormire

Una guida di base per vivere i benefici di rilassamento dello Yoga e poter dormire più facilmente.

Cos'è lo Yoga Nidra Yoga Nidra per dormire Esercizi Aumentare i benefici

Lo Yoga è un’attività molto utile per il rilassamento mentale e psichico, le pratiche di rilassamento sono molte – tra queste vi è lo Yoga Nidra una combinazione di tecniche di rilassamento curativo per coloro che vivono momenti di particolare stress ed insonnia, correlata anche da ansia.

Cos’è lo yoga Nidra

Questa pratica di rilassamento è stata messa a punto dal maestro Swami Satyananda Saraswati, Nidra vuol dire “sonno” in sanscrito e comprende una combinazione di pratiche tantriche.

Si fonda sul Nyasa la focalizzazione nella mente di un “seme del cambiamento” o sankalpa, ovvero uno la ripetizione di un mantra – molto simile allo stato di meditazione ma è detto “sonno dinamico” in cui ci si alleggerisce dalla tensioni.

Un sonno dinamico, cosciente, attivo – la mente è sveglia mentre il corpo riposa, a differenza del sonno a cui siamo abituati in cui siamo in uno stato di “incoscienza”…

Questi esercizi non sono riservati di sera per dormire meglio, si possono applicare anche di giorno per scaricare lo stress e migliorare la concentrazione.

Yoga Nidra per dormire

Lo Yoga Nidra è una pratica di rilassamento attivo, un metodo alternativo e benefico per tutte le persone che soffrono di insonnia, disturbi del sonno o vivono un periodo particolarmente stressante.

Questo tipo di esercizio eseguito la sera, vi rilassa quanta basta per poi farvi addormentare, naturalmente conta molto la pratica e la costanza e, a seconda del caso, può essere accompagnato da una tisana o dall’aroma terapia o perchè nò dalla cannabis.

Riuscire ad addormentarsi dipende da molti elementi, primo fra tutti una buona quantità di melatonina in circolo – stress, paure, ansia inibiscono la produzione di quest’ormone perchè il cervello inconsciamente si sente in pericolo ed aumenta la produzione di cortisolo, adrenalina etc..

Con questa pratica si riesce a rilassare il corpo scaricando la tensione e la mente focalizzandosi su specifici pensieri o immagini fa scivolare via preoccupazioni e negatività.

Esercizi

Un percorso composto da fasi distinte che partono dal trovare la giusta posizione per poi rilassarsi ed aumentare la consapevolezza di s’è e della propria energia.

Una sessione ha una durata variabile dai 20 ai 60 minuti circa – che corrisponderebbero in termini di rilassamento a circa 4-5 ore di sonno.

Almeno inizialmente è bene farsi guidare da un maestro, per apprendere le posizioni e gli esercizi- ci sono molte guide e scuole anche online.

Di seguito le linee guida di base:

yoga nidra per dormire

Posizione iniziale

Si inzia con la posizione Savansa detta “del cadavere”, sdraiamo a terra il corpo con le gambe leggermente divaricate e le braccia lasciate morbide lungo i fianchi.

Sankalpa

Una frase, un mantra o un proposito positivo, se ne possono trovare online, anche se la guida di un maestro è più corretta.

Individuato il Sankalpa dovrete ripeterlo almeno 3 volte mentalmente una volta che il flusso dei vostri pensieri si ferma e sentite il corpo che inizia rilassarsi.

Respirazione

In questa fase intemedia si pone attenzione al respiro, senza forzarlo o modificarne il ritmo – lo si percepisce e si segue il flusso, questo ci porterà in una fase più profonda di rilassamento e concentrazione.

Rotazione della Coscienza

In questa fase, mentalmente iniziamo a nominare e pensare ad ogni parte del nostro corpo, una per volta.

Quando cosciamente ci concentriamo su una parte specifica, attiviamo dei recettori che aumentano la sensibilità in quell’area del corpo andando a sciogliere la tensione accumulata.

Focus

Focalizzarsi su specifiche sensazioni opposte, come il caldo e freddo – amaro e dolce etc… una volta messo a fuoco l’immagine che più rappresenta, concentrarsi per svilupparne una maggior percezione.

Quando ci si sente rilassati si ripete mentalmente il Sankalpa e ci si avvia al processo di risveglio.

Risveglio

La fase finale di risveglio, è graduale e lentamente si ritorna alla percezione dell’ambiente, dei suoni e di tutti gli elementi che ci circondano, per poi infine svegliarci.

Aumentare i benefici

Spesso la pratica di Yoga Nidra è affiancata da una sessione di meditazione per aumentare il rilassamento e facilitare così il percorso mentale di consapevolezza.

Avendo l’obiettivo di addormentarsi più facilmente e raggiungere uno stato di sonno profondo o addiriturra sognare, è consigliato iniziare questa pratica avend

Tisane e sonniferi naturali, aromaterapia tutti elementi che possono aumentare il rilassamento pre sessione, facilitando molto la concentrazione ed amplificandone gli effetti benefici.

Tra le varie piante rilassanti spicca la cannabis- in particolare il cannabinoide CBD o cannabigerolo.

La cannabis, sotto forma di estratto aiuta efficacemente a ridurre lo stress e gli stati d’ansia, andando a portare un equilibrio all’umore.

Unire il CBD allo yoga è un trend sempre in crescita, negli States organizzano proprio sessioni chiamate “Yoga CBD

come togliere il mal di testa con il CBD
Carrello
Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi