paralisi notturna cause

La paralisi del sonno – 2 rimedi naturali efficaci

La paralisi nel sonno cause e sintomi? Scopriamo cos’è e i mgiliori rimedi naturali

La paralisi del sonno è un disturbo inquietante che può manifestarsi nella fasi REM e NREM del sonno, influenzando il nostro stato emotivo e la fiducia in noi stessi.

La paralisi nel sonno è disturbo abbastanza comune e colpisce prevalentemente adolescenti e adulti fino a 45 anni. A livello globale, si stima che circa 7 milioni di persone tendono a svegliarsi di frequente durante il sonno sperimentando i sintomi associati alla paralisi notturna.

Che cosa è la paralisi del sonno?

Cause paralisi del sonno

Rimedi Principali

Paralisi del sonno rimedi naturali

CBD e disturbi del sonno

Che cosa è la paralisi del sonno?

Chiamata anche paralisi ipnagogica o sonno cosciente, trattasi di quella situazione in cui una persona si trova in uno stato di coscienza, ma è incapace di muoversi o parlare.

La paralisi del sonno spesso si verifica durante 2 fasi di transizione del sonno (tra lo stato di sonno e veglia e nella fase tra addormentamento e fase di sonno profondo) ed è accompagnata da sensazioni di paura, allucinazioni e una sensazione di pressione sul petto… questo genere di esperienze portano ad uno scompenso del nostro ritmo circadiano, al nostro sonno con conseguenti difficoltà nella vita quotidiana.

Paralisi del sonno sintomi

I sintomi di questo disturbo sono molto facili da riconoscere si ha la brutta sensazione di rimanere paralizzati nel sonno: non riuscire a svegliarsi del tutto sapendo di essere coscienti senza la capacità di riuscire a muoversi nel sonno.

Questo disturbo si manifesta principalmente in due distinti momenti del riposo: la fase di addormentamento e quella del risveglio, spesso inizia all’inizio della fase REM del sonno ne può pregiudicare il suo prolungamento.

Ci si sveglia bruscamente con i muscoli irrigiditi che non rispondono ad alcun stimolo, è appunto come bloccarsi nel sonno, non riusciamo a parlare si ha “cervello sveglio corpo addormentato“.

L’irrigidimento della muscolatura è una caratteristica tipica della fase REM del sonno, un riflesso dell’organismo che serve a “proteggere” il corpo da movimenti involontari – nelle paralisi notturne l’irrigidimento permane anche quando siamo coscienti.

Cause della paralisi del sonno

La principale causa scatenante di questo fenomeno è legata a sbalzi repentini del ritmo circadiano, uno scompenso del ritmo sonno-veglia. che può essere causato da turni di lavoro irregolari, frequenti jet-lag e stile di vita molto stressante, per le paralisi notturne cause riconducibili ad un abuso di tabacco e caffeina nelle ore notturno, sono tra quelle più comuni.

Altre cause legate alle paralisi notturne si riscontrano in una predisposizione genetica, disturbi psicologici, stress e disturbi del sonno come l’apnea ostruttiva e la narcolessia.

Una recente revisione scientifica sulle paralisi nel sonno indica tra le possibili cause anche l’intelligenza, credenze anomale e disturbi legati all’ansia.

Che cosa è la narcolessia?

La narcolessia è un disturbo cronico del sonno e colpisce il controllo del ciclo sonno/veglia portando una sonnolenza eccessiva, indipendentemente dalla qualità e dalla quantità di sonno notturno.

Tra i principali sintomi di questo disturbo del sonno troviamo appunto la paralisi da sonno e le allucinazioni ipnagogiche.

Paralisi del sonno allucinazioni

La paralisi del sonno con allucinazioni sono una manifestazione comune a questo fenomeno, le allucinazioni possono essere visive, uditive o tattili

  • Allucinazioni visive: Sono in molti a vedere immagini o figure che non sono realmente presenti, tanti descrivono la sensazione di presenze minacciose o malevole come ombre, creature o figure umane.
  • Allucinazioni uditive: Le persone potrebbero percepire voci che parlano loro o rumori insoliti che sembrano provenire dall’ambiente circostante.
  • Allucinazioni tattili: Alcune persone possono sperimentare la sensazione di essere toccate, strette o addirittura spostate da una forza invisibile.
paralisi ipnagogica cura

Paralisi del sonno cause psicologiche

Le principali cause di natura psicologica sono riconducibili a stati ansiosi della persona e periodi di forte stress prolungato, oppure per coloro che soffrono del disturbo da stress post-traumatico (PTSD).

In genere le persone ansiose o particolarmente tese, insomma che vivono una situazione di malessere interno sono più inclini a questo genere di disturbo e col tempo questi fattori possono aumentare la frequenze di paresi nel sonno.

QUando la paralisi nel sonno è legata a causa psicologiche è altamente probabile sperimentare allucinazioni visivo udite brutte, vivere un incubo ad oggi aperti causando la paura dell’incubo, che a sua volta genere l’insonnia a causa della paura di addormentarsi e rivivere l’incubo.

Può capitare anche che la paresi notturna sia un sintomo correlato a disturbi psichici di maggiore entità, di un decadimento cognitivo o di forti depressioni.

Paralisi notturna rimedi classici

Riuscire a trovare una cura definitiva per risolvere le paresi notturne è abbastanza difficile… I rimedi disponibili sono molti e il risultato può variare da persona a persona: quello che funziona per qualcuno può non portare alcun effetto per qualcunaltro.

Leggendo su internet si può trovare articoli titolati come “paralisi del sonno cura”, che presentano un pò tutti le stesse soluzioni, che possono funzionare nei casi meno cronicizzati.

Soluzioni come:

  • Regolare il ritmo circadiano: per almeno 21 giorni andare a letto e svegliarsi al solito orario
  • Seguire una “dieta” digital detox, ridurre l’uso di smartphone, pc e televisori la sera dopo cena e limitare l’assunzione di caffeina, nicotina, alcolici e bevande zuccherate.
  • Gestire ansia e stress: Iniziare a praticare tecniche di rilassamento come meditazioni, yoga, pilates e tecniche di respirazione controllata, il biofeedback o l’ipnosi possono essere utili per ridurre lo stress e migliorare il sonno.
  • Addormentarsi su una posizione comoda: Scegli una posizione di sonno che ti faccia sentire più a tuo agio, questo riduce la possibilità di risvegli e paralisi.
  • Aromaterapia, utilizzata da molte persone che trovano utile utilizzare oli essenziali con proprietà rilassanti e calmanti come Lavanda, Melissa, Incenso, Ylang Ylang.

Spesso queste tecniche non bastano in particolare se ne soffri da molto tempo, le paralisi notturne, sono un fenomeno complesso che spesso richiede un approccio personalizzato e l’integrazione di più soluzioni che vedremo in seguito.

Può capitare che questi disturbi notturni, siano un sintomo correlato di disturbi psicologici, se fosse il tuo caso è consigliabile farsi seguire da un esperto del sonno o un professionista terapeutico, potrebbe essere necessario un trattamento farmacologico, come l’utilizzo di sertralina o altri farmaci inibitori della noradrenalina.

paralisi del sonno

Paralisi del sonno rimedi naturali efficaci

Se stai cercando una cura naturale per affrontare la paralisi del sonno, ecco 2 rimedi efficaci che potrebbero risultare molto utili: Melatonina e Canapa.

Melatonina

La melatonina è un ormone naturale che regola il ritmo sonno-veglia. Alcune persone trovano utile assumere un integratore di melatonina per migliorare la qualità del sonno.

Canapa

Alcune erbe sono note per le loro proprietà rilassanti che favoriscono il sonno e agire quindi in modo indiretto sul disturbo, tra queste la cannabis è tra le più efficaci e secondo una recente revisione scientifica può essere equiparata ai farmaci ansiolitici (benzodiazepine) per il trattamento di questo disturbo.

La canapa è utilizzata come tisana o pianta da fumare ma il suo estratto, parliamo dell’olio CBD, ha ottime proprietà benefiche indicate per la paralisi del sonno

CBD e disturbi del sonno

Il cannabidiolo della cannabis è un potente ansiolitico naturale che oltre ad agire sui recettori del sistema endocannabinoide, è direttamente coinvolto nel regolare i livelli di cortisolo ripristinando la serotonina, il precursore della melatonina.

La cannabis contiene molte sostanze interessanti come cura alla paralisi del sonno, sostanze bioattive come:

  • Mircene, un terpene dalle ottime proprietà calmanti, è molto presente nella lavanda, non a caso è una delle piante officianli più indicate per il rilassamento.
  • CBG, il cannabigerolo è un cannabinoidi della cannabis che interagisce direttamente sui neuro-trasmettitori, agisce come un farmaco e aiuta nei casi più cronici di ansia e disturbi del sonno.
  • CBN, cannabinolo è un cannabinoide che come il CBD aiuta ad addormentarsi

Conclusione

Disturbi del sonno non riuscire a svegliarsi e paralisi nel sonno, sono tutte sfide da affrontare per ritrovare il proprio benessere, agli inizi può esser utile fare molte attività antistress adoprendosi anche con erbe rilassanti per favorire il sonno.

Paralisi nel sonno cura iniziale è il ripristino di buone abitudini per ritrovare un equilibrio del ritmo circadiano, ci si può far aiutare integrando la melatonina o il cannabidiolo.

Bibliografia

Stefani A, Högl B. Nightmare Disorder and Isolated Sleep Paralysis. Neurotherapeutics. 2021 Jan;18(1):100-106. doi: 10.1007/s13311-020-00966-8. Epub 2020 Nov 23. PMID: 33230689; PMCID: PMC8116464.

Denis D, French CC, Gregory AM. A systematic review of variables associated with sleep paralysis. Sleep Med Rev. 2018 Apr;38:141-157. doi: 10.1016/j.smrv.2017.05.005. Epub 2017 Jun 8. PMID: 28735779.

Manni R, Toscano G, Terzaghi M. Therapeutic Symptomatic Strategies in the Parasomnias. Curr Treat Options Neurol. 2018 Jun 5;20(7):26. doi: 10.1007/s11940-018-0508-3. PMID: 29869076.

Carrello
Torna in alto