olio di cannabis proprietà

Olio di CBD a cosa serve?

CBD effetti benefici ed indesiderati ecco la guida

L’olio di cannabidiolo (CBD) è il metodo di assunzione più pratico e legale – è spesso considerato come un integratore e acquistabile senza ricetta medica.

Come riportato da molte ricerche scientifiche, il metodo più efficace per assorbire gli effetti benefici delle piante in generale è attraverso il loro olio essenziale.

Olio CBD a cosa serve?

Olio di CBD benefici

CBD effetti positivi inaspettati

Effetti indesiderati dell'olio al CBD

Il CBD olio a cosa serve?

L’olio CBD viene utilizzato come fitoterapico per tutta una serie di scopi terapeutici umani e veterinari che approfondiremo avanti.

Il cannabidiolo è disponibile in varie concentrazioni la più comune è l’olio CBD 10 per uso interno, ma ci sono anche prodotti in formati a seconda del loro utilizzo, tra cui oli per uso orale, oli da vaporizzare e oli per uso topico.

Che cos’è l’olio di CBD

In sintesi l’olio di CBD è un estratto derivato dalla cannabis, che contiene principalmente cannabidiolo (CBD) e viene miscelato in un olio vettore per facilitare l’utilizzo.

Olio CBD olio di canapa – quali le differenze?

Sembrano lo stesso prodotto ma non lo sono: l’olio di canapa è estratto dai semi della pianta e non contiene cannabinoidi ma ricco di grassi Omega 3 ed Omega 6, può esser usato come olio vettore per aggiungerci il cannabidiolo spesso sotto forma di cristalli o isolato.

In sintesi cos’è l’olio di CBD? Un estratto essenziale della pianta di cannabis sativa, che viene diluito in un olio vettore, come olio MCT, olio di canapa o d’oliva a seconda della tipologia di estratto.

Esistono molte tipologie di estrazioni che portano a qualità diverse del prodotto, dal CBD isolato a quello a spettro completo.

Olio di CBD proprietà benefiche

Come gli altri fito-cannabinoidi, il CBD interagisce con sistema endocannabinoide dell’organismo, una rete di recettori, enzimi e cannabinoidi – stimola i recettori bersaglio, apportando numerosi benefici, tra i principali effetti terapeutici troviamo:

Il CBD è noto per avere diversi effetti potenzialmente benefici per la salute umana. Alcuni dei suoi utilizzi principali includono:

  • Alleviare il dolore, il cannabidiolo ha dimostrato un’ottima efficacia analgesica contro i dolori di tipo infiammatorio, cronico e neuropatico, viene utilizzato spesso come rimedio per il mal di testa
  • Gestione dell’ansia e dello stress, ìiuti a gestire l’ansia e lo stress, promuovendo un senso generale di calma e benessere.
  • Antiossidante, il cannabidiolo ha ottime proprietà antiossidanti e neuro-protettive, aiuta le cellula a contrastare lo stress ossidativo ed i ROS.
  • Promuove il sonno, assumere qualche goccia di CBD prima di dormire favorisce un sonno profondo più riposante e prolunga la fase REM contrastando l’insonnia.
  • Antinfiammatorio, efficace nel fornire una risposta alle infiammazioni muscolari e nervose, facilitando il recupero fisico e migliorando la resistenza muscolare sotto stress da allenamento o gara. il CBD è risultato efficace nel contrastare l’artrite reumatoide e l’artrite psoriasica.
olio di cannabis proprietà

Il CBD cosa cura?

Sono molte le ricerche sugli effetti terapeutici del CBD, sono però altrettante le lacune scientifiche che attualmente non conosciamo in particolare sull’azione del cannabidiolo nelle terapie farmacologiche.

Per questo motivo l’olio CBD è spesso usato come integrazione ad una terapia, più che come rimedio principale, ma ci sono disturbi dove i cannabinoidi possono rappresentare una soluzione efficace come prevenzione o nella riduzione dei sintomi correlati.

Ecco alcuni disturbi che possono essere trattati bene con i cannabinoidi:

  • Disturbi neurologici, il CBD può essere utilizzato per alleviare i sintomi dei disturbi neurologici, dimsotrandosi una sostanza utile per il trattamento di disturbi come l’epilessia, il morbo di Parkinson e la sclerosi multipla, riducendo la gravità dei sintomi.

  • Supporto per la salute mentale, sempre più studiato Il CBD per il suo potenziale nel trattare condizioni come la depressione, il disturbo bipolare e il disturbo da stress post-traumatico (PTSD) e loro sintomi correlati.

  • Supporto al sistema circolatorio, l’azione antinfiammatoria e miorilassante contribuisce a contrastare i sintomi di molti disturbi cardiovascolari tra cui l’ipertensione.

  • Antimicotico, l’azione antifungina di questo cannabinoide risulta particolarmente efficace anche contro infezioni antibiotico resistenti o difficili come quelli della candida vaginale.

CBD effetti positivi inaspettati

Approfondiamo 5 aeffetti benefici olio CBD, curiosi ed insoliti – i benefici che non ti aspetteresti:

Aiuta a farti smettere di fumare

Quando si smette di fumare, l’astinenza dalla nicotina può rendere il periodo iniziale estremamente difficile.

Durante questo periodo critico, è comune cercare sostegno in altri comportamenti dannosi come il consumo di alcol o cibi ricchi di zucchero. Inoltre, l’ansia, lo stress e il nervosismo possono diventare molto intensi.

Assumere olio cbd uso interno o per via sublinguale può aiutare a mitigare questi sintomi cerebrali, riducendo significativamente il nervosismo e lo stress.

Secondo un recente studio della Washington State University il CBD inibisce l’azione della nicotina, un basso dosaggio di olio CBD 10 inibisce un’enzima chiave associato all’elaborazione della nicotina nel corpo, questo aiuta ad allontanare in modo molto efficace la voglia di questa sostanza.

Olio di CBD effetti benefici per dolore intestinale

L’intestino è il nostro secondo cervello e vi sono moltissimi recettori CB2 del sistema ECS con cui il CBD può interagire e rappresentare un valido rimedio per alleviare il bruciore e l’irritazione, equilibria anche l’eccessiva acidità, molto utile anche a prevenire infiammazioni intestinali, gastriti e diarree.

Se soffri di disturbi intestinale o leggere intolleranze, potresti valutare di assumere il cannabidiolo regolarmente e non solo durante la manifestazione acuta del dolore.

Olio CBD effetti afrodiasiaci

Il cannabidiolo ha ottimi effetti che migliorano il sesso, aiuta a rilassare la mente contribuendo ad aumentare la percezione sensaoriale ed espandere il piacere sessuale – rilassa e riduce l’ansia da prestazione.

Saranno contenti i maschietti.. SI! il cannabidiolo aiuta a mantenere un’erezione più duratura: viene infatti migliorata la circolazione sanguigna e ridotta l’infiammazione.

Una recente ricerca su AMDHS ha dimostrato che l’assunzione regolare di cannabinoidi fa aumentare le dimensioni del pene fino a 2.5 cm e questo cannabinoide contribuisce a migliorare la qualità e quantità di sperma.

Migliora la salute dentale

l cannabidiolo ha ottime proprietà antimicrobiche, aiuta a prevenire le infezione dentarie e contrasta anche i batteri che favoriscono le carie. Sempre rimanendo nel tema della salute dentale, gocce di olio CBD possono essere aggiunte al colluttorio o dentifricio per ridurre le infiammazioni alle gengive.

Olio di cannabis proprietà dimagranti

L’interazione tra il cannabidiolo ed alcuni recettori nel sistema digerente, influenza il metabolismo e indirettamente alcuni fattori correlati alla gestione del peso corporeo e della risposta insulinica. Ecco alcuni dei modi in cui l’olio di CBD potrebbe influire sulla perdita di peso:

  • Controllo dell’appetito, l’interazione tra CBD e alcuni recettori coinvolti nella regolazione dell’appetito e del senso di sazietà, può portare a una diminuzione dell’appetito e a una riduzione dell’assunzione calorica, sebbene siano necessarie ulteriori ricerche per confermare questo effetto e comprendere meglio il meccanismo attraverso cui il CBD influisce.

  • Modulazione del tessuto adiposo bruno, sono diversi gli studi in cui il CBD influenza il tessuto adiposo bruno, un tipo di grasso che brucia calorie per produrre calore.

CBD olio effetti indesiderati

L’olio di CBD è un prodotto naturale con diversi vantaggi e poche controindicazioni serie, sebbene possa causare effetti indesiderati, anche se rari. La dose consigliata varia da persona a persona, ma di solito è indicata sulla confezione o comunque richiedibile al venditore o esperto medico, perchè può variare notevolmente in base alla diluzione dell’olio, dalla titolazione.

Gli effetti collaterali comuni includono: nausea o sonnolenza temporanea, che tendono a durare da 1 a 3 ore. L’abuso può portare a effetti indesiderati temporanei, ma è improbabile con dosi normali.

Gli effetti indesiderati di solito si risolvono una volta che l’organismo ha metabolizzato l’eccesso di CBD e possono includere vertigini, stordimento, emicrania, sete e secchezza della bocca, nausea o diarrea.

L’assunzione di CBD durante l’allattamento è sconsigliata come riportato in questo studio del 2015 relativo all’allattamento: i cannabinoidi sono lipofili e possono finire nel latte materno. È anche sconsigliato mescolare cannabis e alcool, poiché può aumentare il rischio di disturbi psicotici.

Se si sta assumendo farmaci epatici, benzodiazepinici o di controllo della pressione è consigliabile consultare un professionista per evitare un’alterazione della farmacocinetica e interazioni farmaco cannabinoidi che nel tempo possono essere sconsigliabili.

Conclusioni

In conclusione, l’olio CBD cosa serve nello specifico? Può risolvere numerosi disturbi e aiutare l’organismo a contrastare sintomi correlati a patologie anche molto debilitanti come la sclerosi multipla. Inoltre l’olio CBD rappresenta un’alternativa naturale a tanti farmaci per la gestione del dolore, dell’infiammazione dell’ansia.

È sempre consigliabile pianificare e dosare attentamente l’assunzione di CBD e consultare un esperto per ulteriori informazioni. In conclusione, l’olio di CBD offre numerosi benefici ed è soggetto a molte ricerche scientifiche.

Bibliografia

D. R. Blake, P. Robson, M. Ho, R. W. Jubb, C. S. McCabe, Preliminary assessment of the efficacy, tolerability and safety of a cannabis-based medicine (Sativex) in the treatment of pain caused by rheumatoid arthritis, Rheumatology, Volume 45, Issue 1, January 2006, Pages 50–52, https://doi.org/10.1093/rheumatology/kei183

Nasrin S, Coates S, Bardhi K, Watson C, Muscat JE, Lazarus P. Inhibition of Nicotine Metabolism by Cannabidiol (CBD) and 7-Hydroxycannabidiol (7-OH-CBD). Chem Res Toxicol. 2023 Feb 20;36(2):177-187. doi: 10.1021/acs.chemrestox.2c00259. Epub 2023 Jan 10. PMID: 36626330; PMCID: PMC9945182.

Reece-Stremtan S, Marinelli KA. ABM clinical protocol #21: guidelines for breastfeeding and substance use or substance use disorder, revised 2015. Breastfeed Med. 2015 Apr;10(3):135-41. doi: 10.1089/bfm.2015.9992. PMID: 25836677; PMCID: PMC4378642.

Carrello
Torna in alto