ragazza che dorme nella natura

Come aumentare la melatonina in modo naturale

Hacks per aumentare la melatonina e allungare la fase di sonno REM

Alimenti ricchi di Magnesio e Triptofano Ciliege Frutta e verdura Integrare la vitamina D Luce solare Via dispositivi elettronici Integratori di melatonina Alternativa agli integratori di melatonina Benefici di un giusto equilibrio di melatonina

Cos’è la Melatonina ?

Viene definita l’ormone del sonno, la melatonina è l’antagonista del cortisolo, è prodotta naturalmente dal nostro organismo e serve a regolare e mantenere in equilibrio il ciclo sonno-veglia, detto ritmo circadiano.

La melatonina stimola l’organismo con un effetto sedativo e rilassante, quando è l’ora di andare dormire.

I livelli di melatonina possono essere alterati

I  livelli più alti nel corpo sono nelle ore notturne, questo perché la produzione viene influenzata dalla presenza o meno della luce.

La luce influenza la produzione di questo ormone da parte dell’organismo: livelli più alti sono appunto nelle ore notturne.

Nel periodo estivo, i livelli di Melatonina ne risentono a causa delle giornate più lunghe, provocando spesso l’insonnia estiva.

Ci sono altri fattori che influenzano la produzione indirettamente:

  • Periodi di forte stress
  • Ansia notturna
  • Depressione
  • Disturbi del sonno e continui risvegli
  • Eccessivi sforzi fisici ed allenamento intensi
  • Traumi
  • Pressione psicologica

Qualora ci rendiamo conto di dormire notti travagliate, soffrire di insonnia, o ci accorgiamo di aver difficoltà ad addormentarsi, possiamo aumentare in modo naturale i nostri livelli di melatonina in modo del tutto naturale.

Alimenti ricchi di Magnesio e Triptofano

Molti cibi ricchi di magnesio, hanno anche la proprietà di incentivare la produzione di melatonina e favorire il rilassamento

  • Frutta secca come mandorle, noci e nocciole
  • Verdure come avocado e  spinaci
  • Cereali come avena,  riso integrale e quinoa
  • Cioccolato fondente.

Il Triptofano è usato dal nostro organismo per sintetizzare la serotonina, l’ingrediente principale per la produzione di melatonina: lo si può trovare in semi, cereali e frutta secca.

Ciliege

Le ciliege sono l’alimento più ricco di melatonina, tanto che un consumo eccessivo di questo frutto, invia un segnale al corpo: è ora di rilassarsi.

Frutta e Verdura

La melatonina è presente in piccole dosi anche in alcun i frutti e verdure.

  • Frutta come: mele, arance, ananas, banane e zenzero
  • Verdura di stagione, in particolare sono molto efficaci: pomodori, ravanelli, cipolla, asparagi, e cavoli 

Integrare la vitamina D

La vitamina D interviene nel ritmo circadiano ( sonno-veglia), agendo sull’ipotalamo, il centro del sonno – agisce in modo indiretto sulla produzione di melatonina.

Integrando nella propria dieta questa vitamina, avremo un miglior equilibrio degli ormoni coinvolti e sarà possibile sopperire a mancanze nutrizionali.

Abbiamo testato anche direttamente alcuni integratori di Vitamina D, abbiamo riscontrato una miglior efficacia in questo nella vitamina D prodotta dalla Nutrilite

donna runner che corre al tramonto

Luce solare

Secondo uno studio dell’OMS, l’esposizione corretta alla radiazione solare è di almeno 10-15 minuti al giorno, quanto basta per in aiutare il corpo ad equilibrare il ritmo circadiano ed i livelli di melatonina.

Via smartphone

Evitare l’utilizzo di dispositivi elettronici prima di andare a dormire: la luce blu emessa, mantiene il cervello attivo, vigile, riducendo il rilassamento.

Integrare con Olio, estratti o integratori.

Qualora non bastasse la quantità di melatonina assunta, potete optare per un supplemento: integratori contenenti melatonina sono da facile reperibilità.

Sappiate che la melatonina contenuta in integratori per lo più è di sintesi e aziende produttrici in Europa ve ne sono veramente poche, invece la si trova a buon mercato in Cina e Stati Uniti.

Il nostro consiglio è optare per aumentare la produzione interna, più che inserire nel corpo questo ormone: bene quindi uno stile di vita sano- vitamina D – olio di CBD ma anche altri rimedi indiretti.

Consultate un medico ed evitare l’assunzione di melatonina in gravidanza, potrebbe influenzare la produzione di ormoni femminili e condizionare lo sviluppo del feto.

Alternativa alla Melatonina per addormentarsi: CBD della cannabis

Il cannabigerolo o CBG ed anche il cannabidiolo o CBD, sono due cannabiboidi che non hanno effetti psicotropi ma agiscono sul nostro organismo favorendo il rilassamento mentale e l’addormentamento.

Il CBG è molto più pregiato del CBD, è detto “precursore” poiché viene utilizzato dalla pianta per sintetizzare gli altri cannabinoidi, agisce in particolare nell’aumentare la produzione di anandamide, un mediatore lipidico che regola il sonno l’appetito e la memoria.

Assumere CBD o CBG aiuta quindi ad addormentarsi e risolvere nel tempo disturbi del sonno, agendo direttamente sui nostri recettori sono molto validi in accoppiata anche con la melatonina prodotta direttamente dal nostro corpo.

Benefici di un giusto equilibrio di melatonina

Quando i livelli di melatonina nel nostro organismo sono stabili o comunque alti, avremo un regolare ritmo circadiano, con fasi del sonno corrette in particolare una durata maggiore della fase REM, quella in cui si sogna e che permette la rigenerazione energetica e la riparazione, miglior guarigione del corpo.

Non c’è un rimedio più efficace della melatonina nel contrastare:

  • stati di insonnia
  • disturbi del sonno
  • ansia notturna e palpitazioni
  • insonnia da depressione

La melatonina risolve anche disturbi dovuti a:

  • Sindrome da Jet Lag
  • Sfasamento del ciclo sonno-veglia, solitamente persone che lavorano su turni notturni
  • Sindrome di sonno ritardata, persone che si addormentano dopo molto e si svegliano a fatica
  • Persone che in generale hanno difficoltà a dormire anche e spesso a causa di eccessivo stress

Carrello
Torna su