Ginocchio del corridore, sintomi e trattamenti naturali

Sintomi del ginocchio da corridore Cause Comuni Trattamenti naturali Come Prevenirlo CBD un valido aiuto

Il “ginocchio del corridore” è un infortunio subdolo che può colpire sia i Runner inesperti come i professionisti: si manifesta sotto forma di infiammazione quando ci si spinge troppo oltre il limite di sollecitazioni alle articolazioni del ginocchio.

Subdolo perchè non si manifesta subito con un dolore acuto e lancinante che costringe a fermarsi, ma già in fase di sovraccarico alle articolazioni si percepisce solo un leggero fastidio che se tralasciato porta appunto a dolori dopo qualche km o dopo scatti più intensi.

Le articolazioni di tutto il corpo, ginocchia comprese, sono rivestite da cartilagine che permette il movimento agevole alle ossa presenti, ammortizzandole durante gli impatti e sollecitazioni.

Nel tempo, dopo una lesione ma anche dopo un periodo intenso di allenamento, la cartilagine può iniziare ad ammorbidirsi, infiammarsi e rompersi a causa dell’eccessivo stress, riducendo così la capacità di proteggere le ossa, provocando dolore intenso ed un vero e proprio infortunio.

Il “ginocchio del corridore” può essere dovuto ad un’infiammazione della bandelletta ileotibiale, il tendine del muscolo grande gluteo e del muscolo tensore, oppure in caso più grave dalla condomalacia della rotula.

Bandelletta Ileotibiale

La bandelletta si manifesta con un dolore nella parte esterna del ginocchio, nella fase iniziale si ha la sensazione che il ginocchio sia bloccato, ma non provoca dolore, anzi la sensazione sparisce con il riposo e trae facilmente in inganno, poiché se l’infiammazione non è trattata può aggravarsi e il dolore persiste provocando difficoltà nella flessione della gamba

Condromalacia della rotula

La condromalacia si manifesta con un dolore acuto nella parte inferiore della rotula, se non adeguatamente trattata, la cartilagine danneggiata può rompersi e formare una massa fibrosa o ridursi completamente, esponendo la superfice della rotula al contatto con altre ossa del ginocchio.

Sintomi del ginocchio del corridore

I sintomi pre infortunio sono caratterizzati da un leggero fastidio o intorpidimento al ginocchio, specie in salita e discesa, in questa fase si è già a rischio e conviene fermarsi, riposare e consultare un medico.

Qualora si tratti dell’infiammazione della bandelletta ileotibiale, il dolore si manifesterà nella parte esterna del ginocchio, invece nella condomalacia sarà interno, in prossimità della rotula.

Altri sintomi è l’improvvisa difficoltà a muoversi, questo accade quando il ginocchio inaspettatamente cede, solitamente è dovuto ad un continuo sforzo eccessivo, tralasciando o non ascoltando i campanelli di allarme ricevuti precedentemente.

Cause comuni del ginocchio del corridore

Le cause più frequenti che portano a questo tipo d’infiammazione dipendono da fattori anatomici e fattori sportivi

Tra i fattori sportivi ci sono:

  • Frattura o lussazione alla rotula
  • Iniezioni ripetute di steroidi nel ginocchio
  • Carico eccessivo ed allenamenti intensi prolungati

I fattori anatomici invece sono:

  • Artrite reumatoidi
  • Osteoartrite
  • Ginocchio valgo
  • Disallineamento posturale
  • Piede pronato
  • Obesità
  • Disallineamento dei muscoli ed ossa intorno al ginocchio
  • Artrite reumatoide
ginocchio-del-corridore

Trattamenti naturali per il ginocchio del corridore

Il recupero dall’infortunio solitamente dura 4-6 settimane, durante questo periodo ci sono trattamenti naturali non chirurgici raccomandati per la maggior parte dei casi di condromalacia, come:

  • Ridurre il gonfiore con del ghiaccio dopo l’esercizio
  • Assunzione di olio al CBD come antinfiammatorio e come analgesico, al posto dell’ibuprofene
  • Utilizzare olio al CBG prima di andare a dormire per facilitare riposo e guarigione dei tessuti muscolari
  • Assumere cibi ricchi di Omega 3 – Omega 6 ( salmone e pesci oleosi, noci e semi)
  • Utilizzare integratori di Glucosamina con Botswelia
  • Massoterapia dei muscoli quadricipiti ( posizionare il palmo della mano, alla base del muscolo, spostarlo avanti e indietro applicando pressione)
  • Oli essenziali in massaggi o anche come aromaterapia ( eucalipto, lavanda, curcuma, zenzero)
  • Rafforzare i muscoli intorno al ginocchio con esercizi leggeri, meglio se con elastici
  • Evitare movimenti che sottopongono a stress come inginocchiarsi e accovacciarsi

Se non risultassero efficaci o i sintomi sono gravi, conviene rivolgersi ad un un medico ortopedico per trattamenti crioterapici o artroscopici.

Come prevenire il ginocchio del corridore

La miglior prevenzione è saper ascoltare il proprio corpo, riuscendo a capire quando i primi sintomi dell’infortunio ( intorperdimento, sensazione di blocco, leggero fastidio/dolore)

Oltre ad imparare ad ascoltarsi è buona norma:

  • Fare Stretching, esercizi di stretching, yoga o pilates permettono di allungare e scaricare la tensione accumulato, prevenendo l’infiammazione.
  • Rafforzare i glutei e muscoli intorno al ginocchio
  • Riposo di qualità, avere abitudini che facilitino il sonno profondo e la fase REM
  • Integrare nella propria dieta cibi ricchi di omea 3-5, vitamine ed integratori
  • Valutare l’assunzione di olio al CBD

Come il CBD aiuta a prevenire o trattare il ginocchio del corridore

Il cannabidiolo o CBD è un potente analgesico ed antinfiammatorio naturale, recenti studi hanno dimostrato la sua efficacia nell’eliminare il dolore infiammatorio e cronico, al contrario dei farmaci analgesici che creano problemi gastrointestinali, non ha alcun effetto collaterale e non crea dipendenze.

Il CBD non ha effetti psichici, tanto che nel 2018 è stato tolto dalla lista delle sostanza proibite per uso sportivo dall’agenzia mondiale antidoping, è quindi una sostanza naturale ed efficace.

Il CBG

Il cannabigerolo o CBG è un cannabinoide molto pregiato, è il primo cannabinoide prodotto dalla pianta ed utilizzato da essa per sintetizzare gli oltre 100 cannabinoidi: questa sostanza è molto indicata per facilitare l’addormentamento ed ha molti effetti analgesici in particolare contro il dolore infiammatorio.

Come e quando assumere l’olio al CBD

Si possono assumere sotto forma di olio al CBD o CBG, applicando alcune gocce sotto la lingua, tenendole per circa un minuto e successivamente deglutire: i dosaggi variano da persona a persona e si consiglia di ascoltarsi, di base solitamente si parte da 1-2 drop al giorno ( circa 0.06 ml) .

Il CBD è molto valido in fase di allenamento e post allenamento, si consiglia infatti di assumere 1 drop 0,03 ml prima dell’allenamento ed un altro prima di andare a dormire, o eventualmente 2 prima drops la sera.

Il CBD non solo permetterà una miglior resistenza e recupero fisico, ma aiuta a prevenire questo genere di infortunio:

  • Riduce stress ossidativo delle cellule muscolari
  • Allevia il dolore
  • Contrasta le infiammazioni del tessuto muscolare facilitando una rapida risposta dell’organismo
  • Aiuta il rilassamento e l’addormentamento

Il CBG invece è più indicato ad infortunio avvenuto o quando si manifestano i primi sintomi, rendendo più rapido il tempo di recupero.

Aiuta ad alleviare il dolore del ginocchio del corridore, facilitandovi il rilassamento muscolare e l’addormentamento con un prolungamento della fase di sonno profondo REM, la fase rigenerativa.

Carrello
Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi