Fumare lavanda con la cannabis? Ecco i 4 effetti principali

Come fumare la lavanda una delle erbe da fumare al posto del tabacco

Oggi se parliamo di fumare, si pensa subito al tabacco, la cannabis o le sigarette elettroniche, ma in realtà in tutto il mondo sono tantissime le erbe e fiori che sono state utilizzate per essere fumate, oggi molte persone amano mescolare la loro cannabis con altre piante per aumentarne gli effetti.

Chi non punta a fare un blunt e non gradisce il sapore del tabacco, può mescolare alcuni tipi di erbe tra cui la lavanda, con la cannabis, in questo modo oltre il sapore floreale si aggiungerà anche altre proprietà.

Questi mix tra cannabis e piante sono molto utili anche per amplificare i sapori che la cima non è in grado di darci per motivi anche di qualità, evitando così l’aggiunta di terpeni chimici, che sconsigliamo vivamente…

Oggi è tornata di moda la smoking blend, non si è sempre fumato solo cannabis o tabacco – come viene ben descritto nell’insieme di studi dell’etnobotanica il rapporto dell’uomo con le piante, che spiega e potegge il sapere delle medicine tradizionali, dove molte piante officinali ed erbe venivano fumate come cura.

Benefici della lavanda

Fumare il mix di lavanda e cannabis

Perchè non aggiungere anche la menta?

Perchè non aggiungere anche la menta?

Azioni sinergiche oltre il fumo

Benefici della lavanda

Questa pianta è un ottimo rilassante naturale, non a caso è spesso utilizzata in aromaterapia per facilitare il sonno a chi soffre di ansia o depressione.

Oltre a contrastare l’insonnia indotta da ansia, paura e depressione, riesce a:

  • diminuire la pressione sanguigna
  • ridurre le vertigini e labirintiti
  • facilitare la digestione, in particolare in caso di blocco per eccessivo nervosismo
  • ridurre l’infiammazione, e lenire il dolore

Anche fumando o vaporizzandola si ottiene questi benefici elencati.

cannabis e lavanda effetti
Fumare il mix di lavanda e cannabis

Svapando il nostro blend otteremo un sapore particolare l’aroma della cannabis con la lavanda che ricorda le genetiche kush ( terrose, incenso, spezie) – di solito viene fatta una mista con il 70% di cannabis e 30% di lavanda.

I sapori principali saranno principalmente della cannabis che consigliamo all’aroma di limone, arancio o frutti dolci, in base ai dosaggi della miscela, si avranno note floreali e terrose più o meno accentuate, avremo comunque un un ottimo effetto rilassante a livello cerebrale, grazie alla sinergia dei terpeni contenuti in entrambe le piante.

Infatti queste piante hanno qualcosa in comune, entrambe sono ricche del terpene Linalolo e del Mircene.

Il linalono quando interagisce con il THC ha un grande potenziale come rilassante muscolare, quando invece si combina con il CBD ha proprietà anti-convulsanti ed antinfiammatorie, riducendo inoltre la sensibilità al dolore.

Il Mircene invece è un terpene che facilita l’assorbimento dei cannabinoidi da parte delle cellule neurali, per questo se l’obiettivo è un miglior relax serale che faciliti il prender sonno, si consiglia di utilizzare varietà di cannabis con aromi terrosi, di muschio mixati con la lavanda, entrambi ad alto contenuto di questo terpene.

fumare la lavanda
Perché non aggiungere anche la menta?

La menta è una pianta che ha le stesse proprietà della lavanda ma con quel tocco balsamico che lenisce e rinfresca la gola, vi potrà sembrare strano ma spesso la menta viene aggiunta per sedare tosse e togliere il rossore alla gola.

Il mix delle foglie e fiori secchi di queste 2 piante insieme alla cannabis è qualcosa di molto utilizzato, la menta viene aggiunta per smorzare i toni terrosi e dare sfumature erbacee, fresche e pungenti al sapore, rendendolo più gradevole.

Online tra gli appassionati troverete spesso questo mix per fumare: 50% cannabis, 25% lavanda e 25% menta.

Non resta che testare questi mix con le varietà di cannabis preferite, amplificandone il sapore e migliorando la fumata.

Azioni sinergiche oltre il fumo

Possiamo ottenere molto di più oltre al semplice blunt – infatti se stiamo utilizzando creme o balsami con estratti di cannabis, l’olio di CBD, possiamo aggiungere un pò di olio essenziale di lavanda per amplificare il rilassamento muscolare e sfiammare.

Contro il mal di testa e cefalee, potete assumere dell’olio CBD sotto la lingua e massaggiarvi le tempie con dell’olio essenziale di lavanda, il dolore scomparirà molto velocemente.

L

Carrello
Torna in alto