dormire con la testa a nord est

I benefici di dormire con la testa a nord

Dormire verso nord è la migliore posizione per dormire? O meglio dormire con la testa a sud…

Perchè si dovrebbe dormire con la testa a nord? Le diverse posizioni del sonno con i relativi vantaggi e svantaggi sono ampiamente discussi nella comunità del sonno

Tuttavia, spesso si trascura l’importanza dell’orientamento del letto – dormire verso nord o altri punti cardinali può influenzare significativamente il sonno e il benessere generale dell’organismo.

Tutta una questione di magnetismo, siamo esseri di energia ed il nostro corpo ha un suo magnetismo interno che è strettamente influenzato da quello terrestre, una qualità che condividiamo con gli animali.

Una recente ricerca sul sonno dei cervi e bovini, ha evidenziato come questi animali dormino sempre in direzione Sud/Nord… anche i nostri amici a quattro zampe, girano su sé stessi nella cuccia per trovare il miglior orientamento, per non parlare degli uccelli migratori che hanno una sorta di bussola interna sensibile al campo magnetico terrestre.

Equilibrio energetico del sonno

Vantaggi di dormire con la testa a nord

Come orientarsi per domire

dormire con la testa a nord

Equilibrio energetico nel sonno

In molte discipline olistiche come il Feng Shui cinese, il Vastu Shastra indiano e la tradizione medica Ayurveda, la posizione del letto è considerata fondamentale per garantire un corretto allineamento durante il sonno. Queste tradizioni offrono indicazioni su come posizionare il letto per favorire un sonno profondo, liberarsi delle energie negative e rigenerare l’organismo.

Questo aspetto è centrale nel Feng Shui, che ha come obiettivo il mantenimento di un equilibrio energetico nell’ambiente in cui viviamo, indicando la disposizione dei mobili in casa.

La tradizione indiana di Vastu Shastra invece si concentra sul miglior allineamento per dormire e ritrovare l’armonia energetica interna.

Favorire un flusso positivo di energia in tutta la casa e su chi ci vive è l’obiettivo di entrambe le tradizioni. Se questo equilibrio manca, il sonno può in effetti essere disturbato. In etrambe le discipline è indicato l’orientamento nord sud del letto in modo da posizionare il corpo in modo corretto, anche se hanno visioni diversi per l’orientamento della testa.

Vantaggi di dormire con la testa a nord

Il Feng Shui suggerisce un orientamento letto nord sud, quindi dormire rivolti a Nord con i piedi verso Sud, in riferimento al magnetismo terrestre.

Questa disposizione riflette il nostro magnetismo interno, dove la testa rappresenta il polo positivo e i piedi il polo negativo. Dormire con la testa a nord, offre la possibilità di sperimentare un riposo più intenso e rigenerante e ci mette in condizione di vivere più facilmente i sogni lucidi.

Secondo la tradizione vastu shastra orientare la testa verso il polo nord non è consigliato, si dovrebbe dormire conla testa a Sud per avere un sonno REM più rapido da ottenere e più duraturo, benefici dimostrati scientificamente in questa ricerca.

Dormire testa nord piedi sud i principali vantaggi

Migliora la circolazione sanguigna

Diverse ricerche affermano che dormire nord sud riduce la pressione arteriosa, questo grazie alla presenza di ferro nei globuli rossi. Seguendo il naturale flusso magnetico, il sangue fluisce con meno sforzo e permette al sistema circolatorio di funzionare richiedendo meno energia.

Questo surplus energetico che si risparmia dal sistema circolatorio durante il sonno, andrebbe ad alimentare altre attività rigenerative dell’organismo.

Riduce l’elettricità statica

Molte ricerche ci indicano che l’elettricità statica accumulata dal nostro corpo durante il giorno influisce in modo negativo sul nostro organismo, perché lo induce ad aumentare i livelli di cortisolo (l’ormone dello stress), causando stress ossidativo e difficoltà ad addormentarsi con frequenti risvegli notturni.

Attraverso la testa possiamo in qualche modo “connetterci” al magnetismo terrestre e risurre questa carica elettrica- dormire con la testa verso nord ed i piedi verso sud permette di scaricare dagli arti l’elettricità statica accumulata durante il giorno.

Cos’è l’elettricità statica

Il fenomeno in questione si verifica quando diverse cariche elettriche si accumulano sulla superficie del nostro corpo. Questo è comune oggi a causa del costante esposizione all’elettrosmog dell’ambiente circostante e delle attività quotidiane.

La vita frenetica e l’abbigliamento in tessuti sintetici, come poliestere, nylon e poliammidi, insieme alle scarpe di gomma, favoriscono la carica elettrica attraverso lo sfregamento. La pelle secca in condizioni di scarsa umidità nell’aria può ulteriormente facilitare questo fenomeno.

Come posizionare il letto rispetto ai punti cardinali

Diamo un’occhiata a come dormire in ciascuna direzione può influire sul proprio benessere:

Dormire con la testa verso Ovest

Sembra che dormendo verso Ovest, si migliori la capacità di memoria, ma questa direzione è la più sconsigliata, perchè è più facile avere notti agitate, se l’orientamento del letto è est ovest, è preferibile indirizzare la testa verso Est.

Dormire con la testa verso Est

Se orientiamo la testa verso Est e le gambe verso ovest avremo un riposo rigenerante la mente sarà più attiva e generalmente questa posizione è indicata per tutti coloro che svolgono lavori dove è richiesta molta attività mentale, come professioni in ufficio.

Si può ottenere un beneficio maggiore con la testa a nord est, in questo modo si potrebbe migliorare il recupero energetico.

Dormire con la testa verso Sud

Dormire con la testa a sud secondo il vastu shastra, è la posizione migliore per avere una fase REM più duratura.

Qual’è la miglior posizione per dormire?

A seconda dei vantaggi che si vuol ottenere è più consigliabile orientare il letto Nord Sud e dormire con testa a Sud, per avere un sonno rigeneratore. Ci sono ricerche che mostrano gli effetti sui segnali ECG del sonno basati sulle direzioni del letto, riscontrando che la direzione Nord/Sud offriva maggiori benefici.

Bibliografia

Ruhenstroth-Bauer G, Günther W, Hantschk I, Klages U, Kugler J, Peters J. Influence of the earth’s magnetic field on resting and activated EEG mapping in normal subjects. Int J Neurosci. 1993 Dec;73(3-4):195-201. doi: 10.3109/00207459308986669. PMID: 8169054.

Begall S, Cerveny J, Neef J, Vojtech O, Burda H. Magnetic alignment in grazing and resting cattle and deer. Proc Natl Acad Sci U S A. 2008 Sep 9;105(36):13451-5. doi: 10.1073/pnas.0803650105. Epub 2008 Aug 25. Erratum in: Proc Natl Acad Sci U S A. 2008 Nov 4;105(44):17206. PMID: 18725629; PMCID: PMC2533210.

Carrello
Torna in alto