cefalea tensiva cbd

Cefalea tensiva: prevenzione e rimedi alternativi

Mal di testa tensivo: guida ai rimedi naturali

Sintomi Da cosa è provocata la cefalea tensiva? Prevenire è meglio che curare Rimedi naturali Cannabis: cosa dice la scienza

La cefalea tensiva è un tipo di mal di testa caratterizzato da un dolore di lieve o media intensità ma persistente.

Sintomi

Il mal di testa tensivo provoca un dolore persistente localizzato nella regione occipitale, la nuca: è molto fastidioso – riduce l’attenzione ed aumenta il nervosismo.

Se il dolore aumenta, può anche far scaturire un mal di testa frontale.

Questo tipo di disturbo solitamente è correlato a disturbi del sonno ed inizia al mattino appena svegli- la durata delle crisi è variabile:

  • Il disturbo sporadico nasce da eventi specifici e può dura solitamente entro 7 giorni per poi svanire.
  • La forme cronicizzata persiste fino a sera e può durare settimane, anche mesi.

Il mal di testa tensivo viene classificato in base alla frequenza delle crisi:

  • infrequente: forme occasionali con meno di 1 crisi al mese.
  • frequente: da 1 a meno di 15 crisi al mese.
  • cronica: crisi per più di 15 giorni al mese.

Da cosa è provocata la cefalea tensiva?

Come la maggior parte dei mal di testa, la cefalea tensiva è un disturbo spesso provocato da troppo stress fisico e mentale accumulato oppure da:

  • Eventi che causano immediati ed intensi stress emotivi
  • Ansia generalizzata
  • Depressione
  • Disturbi del sonno ed insonnia

Prevenire è meglio che curare

La terapia preventiva si basa sulla gestione dello stress quotidiano: la vita frenetica di oggi, ci mette tutti sotto stress.

Il mal di testa nasce da un eccesso, la miglior prevenzione è agire in modo da mantenere un equilibrio, una centratura interiore.

Ogni persona è diversa, ha la sua tollerabilità e segue le sue abitudini, qualcuno per dei periodi avrà bisogno di trovare le sue attività rilassanti e praticarle quotidianamente altri invece potranno mantenere frequenze più dilazionate

Se bere una tisana la sera vi rilassa efficacemente, continuate su quel percorso – di seguito vi elenchiamo alcune attività rilassanti a cui potete prendere spunto ed integrare nella vostra routine:

  • Yoga
  • Pilates
  • Tecniche di respirazione
  • Aromaterapia
  • Meditazione
  • Terapia comportamentale (biofeedback, psicoterapia)
  • Agopuntura
  • Camminate nella natura, meglio nei boschi

Questo genere di attività rilassanti, aiutano a rispristinare il ritmo circadiano (regolazione dell’umore e degli ormoni), diminuendo lo stress e contrastando l’ossidazione cellulare.

Rimedi naturali

A seconda della gravità della cefalea tensiva di cui si soffre diverse sono le opzioni terapeutiche disponibili:

Esistono i farmaci analgesici come l’ibuprofene o paracetamolo (tachipirina), ma possono sempre portare ad effetti collaterali, nel caso inoltre di dolore cronicizzato, utilizzare sempre farmaci si può correre il rischio di sviluppare una cefalea di rimbalzo.

Detto questo, vi elenchiamo una serie di rimedi naturali efficaci…

Se il mal di testa tensivo è sporadico, e si manifesta come leggero dolore, come disturbo si potrà alleviare con:

  • Camomilla
  • Fiori di arancio
  • Limone
  • Valeriana

Assunti come tisana o meglio ancora come estratto/olio essenziale – la sera prima di andare a dormire.

Se invece la cefalea tensiva è cronicizzata o anche sporadica ma con alta intensità di dolore, si può ricorrere ad oppiodi ma si consiglia prima rimedi efficaci che la natura ci rende disponibile:

  • Lavanda, assunta come olio essenziale ad uso interno o aromaterapia
  • Passiflora, assunta come estratto alcolico piuttosto che come tisana
  • Melissa, assunta come olio essenziale ad uso interno o estratto idroalcolico
  • Canapa, assunta come estratto di cannabis (olio al CBD) o vaporizzata

La lavanda e la canapa sono le più indicate perché hanno un’alta percentuale di mircene una molecola che agisce molto bene sulle cellule del sistema nervoso centrale – tra i suoi benefici vi è anche un’ottima azione analgesica al dolore.

Cannabis: cosa dice la scienza

Grazie a studi sempre più frequenti sulla cannabis, si è visto i cannabinoidi come il CBD o cannabidiolo, sono molecole in grado di agire nei nostri recettori del sistema endocannabinoide, riportando l’equilibrio e stimolando la produzione interna di endocannabinoidi come anche di ormoni.

Utilizzare la cannabis, specialmente se assunta come olio, riesce a produrre un ottimo effetto analgesico, riducendo il dolore mal di testa ed anche la principale causa, lo stress ossidativo.

Se opterete per uno spettro completo (full spectrum) quindi cannabinoidi e terpeni, avrete un miglior assorbimento da parte del vostro organismo e di conseguenza una miglior efficacia – specialmente se ad alto contenuto di mircene, come hanno le nostre piante.

Studi ancora in corso hanno teorizzato che la carenza di endocannabinoidi (prodotti dal nostro organismo) è provocata da ansia e stress che ne inibiscono la produzione – di conseguenza porterebbe allo sviluppo di mal di testa in particolare la cefalea tensiva.

Carrello
Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi